La sigillatura dei solchi

La sigillatura dei solchi, cos’è e quando farla

La sigillatura dei solchi è una procedura molto efficace e raccomandata (anche dall’OMS) per prevenire la formazione di carie nei bambini.

La carie è una patologia purtroppo ancora molto diffusa; una percentuale altissima di bambini ne soffre o ne ha sofferto.

Quali sono i fattori eziologici della carie?

La carie ha un’origine multifattoriale; una scarsa (o scorretta) igiene orale è tra le prime cause che favoriscono il suo insorgere; contribuiscono parecchio anche: alimentazione, abitudini sbagliate, predisposizione genetica…

La sigillatura dei solchi ha lo scopo di prevenire la formazione di carie!

IN COSA CONSISTE LA SIGILLATURA DEI SOLCHI?

La sigillatura dei solchi viene effettuata normalmente sui primi molari permanenti, destinati a durare tutta la vita (se il bambino è collaborante nulla vieta di eseguirla anche sui molari da latte).

Le superfici masticatorie dei molari, rispetto ad altri elementi dentali, hanno solchi molto profondi, all’interno dei quali si annidano placca e batteri. Queste zone sono quindi fortemente esposte alla formazione di carie.

La sigillatura dei solchi ha lo scopo di ridurre la profondità di questi solchi ottenendo cosi un duplice  effetto: un minor accumulo di placca e batteri nella zona e rendere più semplice la detersione.

COME SI EFFETTUA?

Dopo aver escluso la presenza di carie o altri difetti dello smalto, il dente andrà ben pulito, per eliminare dai solchi ogni residuo di placca si userà un air polishing a base di finissime polveri.

A seguire si applicherà un liquido blandamente acido che penetrando nei solchi preparerà il dente ad accogliere il sigillante.

La resina liquida sigillante verrà fatta scorrere all’interno dei solchi e polimerizzata, cioè fatta indurire con una speciale lampada.

I solchi sigillati saranno ora inaccessibili a placca e batteri, responsabili della carie e le manovre di pulizia quotidiana diverranno cosi più efficaci.


QUANDO FARLA?

È consigliato effettuare la sigillatura dei solchi non appena il dente è erotto completamente. Il primo molare normalmente erompe verso i 6 anni (il secondo molare arriverà poi verso i 12 anni)

QUANTO DURA?

La durata della sigillatura dei solchi è variabile, un trattamento ben eseguito può durare parecchi anni poi tenderà a consumarsi. Normalmente non si esegue una seconda volta poichè il bambino dovrebbe avere ormai acquisito una buona manualità con lo spazzolino e la routine di igiene quotidiana.

LA SIGILLATURA EVITA TUTTE LE CARIE?

Purtroppo no! La sigillatura dei solchi abbassa in modo importante la possibilità che il dente si cari nella zona più a rischio ma gli altri denti non avranno nessun beneficio da questo trattamento per cui l’igiene quotidiana deve essere sempre scrupolosa.

LA SIGILLATURA È DOLOROSA?

La sigillatura dei solchi è una procedura completamente indolore che non richiede né anestesia né l’utilizzo del trapano!

RICORDA: Fino ai 6/7 anni circa i bambini non hanno una manualità sufficiente a garantire una corretta igiene orale: almeno una volta al giorno l’ideale sarebbe che uno dei genitori aiutasse il bambino per un uso corretto dello spazzolino.

Anche adottando tutte le precauzioni preventive è sempre consigliato un controllo dal dentista ogni 6/8 mesi in modo da intercettare eventuali problemi per tempo.