Protocollo GBT (Guided Biofilm Therapy)

Protocollo GBT: innovazione per l’igiene dentale professionale

La GBT (Guided Biofilm Therapy) è un protocollo innovativo che garantisce una seduta di igiene dentale praticamente indolore.

Vediamo di capire di cosa si tratta e come funziona.

Prima di tutto è importante capire cosa è il BIOFILM e perché bisogna eliminarlo.

IL BIOFILM è, semplificando, placca batterica invisibile che si deposita quotidianamente su denti e gengive. Il Biofilm, se non rimosso, causa problemi gengivali, parodontite e carie.

All’interno di questo Biofilm vivono milioni di batteri sia buoni che cattivi, che si nutrono dei residui del cibo che mangiamo (in particolare zucchero) e lo convertono in acidi dannosi.

Nuovi studi e pubblicazioni evidenziano la connessione tra batteri nocivi della bocca e malattie a carico dell’intero organismo: quindi i batteri presenti nel Biofilm, oltre a danneggiare denti, gengive ed osso, possono entrare in circolo ed essere con-causa di gravi malattie sistemiche.

Per questo è fondamentale cercare di rimuoverlo regolarmente in modo efficace, con l’igiene orale domiciliare più volte al giorno e con sedute regolari di igiene dentale professionale.

COSA È LA GBT?

La Guided Biofilm Therapy, ossia la Terapia (di rimozione) Guidata del Biofilm, è un PROTOCOLLO RIVOLUZIONARIO di IGIENE PROFESSIONALE e garantisce la rimozione del Biofilm batterico da denti, tessuti molli e impianti dentali mediante la combinazione di tecnologie all’avanguardia quali AIRFLOW, PERIOFLOW  e PIEZON.

Durante la seduta di igiene verrà effettuata:

DIAGNOSI: In questa prima fase l’igienista dentale esegue un controllo generale, valutando lo stato di salute della bocca mediante l’attento esame dei tessuti molli (gengive, lingua e guance), la ricerca e il sondaggio di eventuali “tasche” gengivali.
LOCALIZZAZIONE DEL BIOFILM, MOTIVAZIONE ED ISTRUZIONE: Il biofilm (praticamente invisibile ad occhio nudo) viene reso visibile applicando un apposito colorante (da qui Guided Biofilm Therapy). Il paziente potrà cosi “vedere” lo strato di batteri presenti nel suo cavo orale; questo aumenterà la sua consapevolezza e la sua motivazione a seguire le istruzioni che gli verranno date per migliorare le manovre di igiene domiciliare.
AIRFLOW: miscela di acqua e micropolveri per rimuove il biofilm, il tartaro di recente formazione e le macchie superficiali in modo atraumatico.
PERIOFLOW: eventuale rimozione del  biofilm in tasche profonde fino a 9mm, con un puntale dedicato.
PIEZON: rimozione del tartaro residuo con vibrazione sonica/ultrasonica/piezoelettrica appositamente studiata per AZZERARE IL DOLORE.
CONTOLLO E RICHIAMI: alla fine del trattamento, essendo ora tutte le superfici lisce e pulite, l’igienista potrà escludere o verificare la presenza di carie, demineralizzazioni o altri problemi dentali o parodontali. Quindi, dopo aver valutato con il paziente lo stile di vita, i fattori di rischio e la qualità del mantenimento domiciliare di igiene, concorderà la frequenza dei richiami periodici.

A occhio nudo il Biofilm non appare! In queste immagini il paziente riferiva di essere certo di aver pulito i denti in modo impeccabile. L’utilizzo del colorante rivelatore di placca rende il Biofilm ben visibile!

La GBT è fortemente consigliata a  TUTTI i pazienti inclusi bambini, pazienti con apparecchi ortodontici, pazienti con gengiviti, problemi parodontali e impianti dentali.

QUALI I VANTAGGI?

TECNICA INDOLORE!
Riduzione del fastidio durante le manovre di igiene professionale
Assenza di sensibilità dentinale durante la seduta grazie all’acqua tiepida
Maggior motivazione del paziente

Se sei curioso di provare l’innovazione dell’igiene orale chiama per un appuntamento!