Contenzione ortodontica

COS’È E PERCHÈ SERVE

Fine del trattamento ortodontico, finalmente denti allineati, sorriso smagliante.., ma…

Il persorso non è ancora concluso!

Se decidi di mettere un apparecchio ortodontico per allineare i tuoi denti devi sapere che alla fine del percorso dovrai utilizzare per un periodo un apparecchio di contenzione (non è prevista la contenzione nei trattamenti ortodontici dei bambini che devono ancora concludere la permuta dei denti).

L’utilizzo di un apparecchio di contenzione è da considerarsi parte del trattamento e non una fase facoltativa!

 

PERCHÈ SI METTE?

Durante il trattamento ortodontico, i denti e i loro legamenti si spostano e anche l’osso intorno a loro subisce un rimodernamento. La fase di contenzione serve affinché i denti restino fermi nella posizione ottenuta e tutte le strutture di supporto abbiano il tempo di consolidarsi.

 

QUANDO SI METTE

Se per allineare i tuoi denti hai usato le mascherine trasparenti, la contenzione da utilizzare per mantenere il risultato ti sarà consegnata probabilmente  il giorno stesso in cui il tuo percorso è considerato concluso (viene fatta preparare prima).

Se i tuoi denti invece sono stati allineati con apparecchiature fisse, l’apparecchio di contenzione verrà posizionato il giorno successivo alla rimozione dell’apparecchio. Questo perché per essere preciso l’impronta dei denti va presa senza le placchette di metallo sui denti ed il laboratorio necessita di una giornata per crearlo in modo preciso.

 

SI METTE SIA SOPRA CHE SOTTO?

Si! Si usa per entrambe le arcate

Molto spesso per l’arcata inferiore si utilizza una contenzione fissa: un sottile filo metallico bloccato con un po di resina dietro gli incisivi inferiori (completamente invisibile dall’esterno)

Mentre per l’arcata superiore si utilizza un apparecchio rimovibile che andrà usato solo la notte.

Esistono due tipi di apparecchi rimovibili per mantenere la situazione ottenuta: uno simile ad una mascherina trasparente che avvolge tutta l’arcata ed un’altro che invece lascia libera la parte masticante dei denti ed ha un filo metallico che passa davanti ai denti.

Sarà il medico a decidere che apparecchiature di contenzione usare in base al trattamento effettuato.

 

PER QUANTO SI PORTA?

La fase di stabilizzazione non è uguale per tutti.

La severità della malocclusione iniziale, il risultato ottenuto, la salute parodontale (nell’adulto), sono tutti parametri che possono influire sulla durata di questa fase.

Generalmente per un trattamento ben finalizzato sono sufficienti due anni di contenzione; altri casi però potrebbero necessitare di più tempo o addirittura certe situazioni chiedono l’utilizzo costante della contenzione per evitare recidive.

 

COSA SUCCEDE SE NON SI USA LA CONTENZIONE?

Se finito il trattamento ortodontico si salta la fase di contenzione il rischio è che i denti si spostino.

 

Nel nostro studio è presente un reparto di ortodonzia che copre le esigenze di tutta la famiglia: ortodonzia intercettiva (per i bambini dai 4 anni) ortodonzia dell’adulto (anche chirurgica) ed ortodonzia invisibile Invisalign.